Danza Moderna e jazz - CentroStudiDanza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Danza Moderna e jazz


Il termine danza moderna nasce nel XX° secolo per indicare un nuovo concetto di danza , un nuovo modo di interpretarla.  Viene infatti valorizzata la libertà degli schemi del balletto classico. L’obbiettivo è un tipo di movimento espressivo che annulli ogni artificiosa scissione tra esteriorità e interiorità, tra forma e contenuto.



I Principi della danza moderna sono l’uso dell’energia e l’improvvisazione caratterizzata da movimenti ampi e molto espressivi, composti di ritmo e contro-ritmo, con intervalli di salti , cadute e rialzate ,contrazioni e rilassamenti.  Risulta altamente coreografica  ed è stata determinante  per lo sviluppo del teatro musicale e del musical.
La danza moderna valorizza  il gesto e il movimento che esprimano la personalità del danzatore a partire dalla naturalità.

La danza moderna usa indifferentemente un linguaggio codificato, come nel caso del balletto classico, e l'improvvisazione estemporanea. I movimenti di danza moderna  hanno una "grammatica" precisa. La tecnica Graham, per esempio, non è affatto danza "libera" alla maniera di una Duncan  né un "linguaggio personale", ma una vera e rigorosa tecnica di danza. Confondere danza moderna e danza libera è quindi un errore.
Un altro elemento che distingue la danza moderna da quella accademica è la produzione, da parte di un gran numero di coreografi, di scritti teorici. La danza moderna talvolta prende anche spunto dallo studio storico- delle danze etniche di paesi non occidentali, per mezzo delle quali è possibile accrescere di elementi diversi la danza in ogni sua forma.



Nella danza moderna il corpo si muove rispettando nuovi canoni tecnici e espressivi ma non liberamente, spinto dalla volontà di trovare un nuovo rapporto con lo  e con il . Infatti si dà notevole importanza allo studio del movimento  in quanto mezzo di analisi delle dinamiche fisiche che intervengono nello spostamento dei corpi nello spazio (come ad esempio, la ). Nella danza moderna, , i ballerini si muovono occupando tutto il
teatro , mostrando anche il fianco o le spalle al pubblico. La posizione del busto rispetto alle gambe può variare; i danzatori possono anche ballare sdraiati sul pavimento.


"RINGRAZIO DIO PER AVERMI FATTA SCHIAVA DEL BALLETTO…."
Isadora Duncan

"La prima volta che ho danzato è stato nell'utero di mia madre" così si legge nell'autobiografia "La Mia Vita" di Isadora Duncan, una delle madri della moderna e prima  ballerina ad esibirsi scalza con indosso pochi veli come gli antichi Greci, per esaltare la purezza e la naturalezza del movimento: Antesignana del balletto e del concetto stesso di danza, la Duncan, senza saperlo, ha anticipato la scienza che afferma  che il bambino, all'interno dell'utero materno, si muove seguendo il ritmo scandito dal battito cardiaco della madre. La danza, dunque , è qualcosa di istintivo, che scorre nelle vene di ogni essere umano dalle sue origini fino ai giorni nostri, da  prima di nascere fino alla morte.

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu